Domenica, 21 Gennaio 2018
Banner
Banner
Ultime Notizie
Banner
SALUTE E BENESSERE - SALUTE
E-mail Stampa PDF

Dal 1° novembre è in pensione la dottoressa Maria Serena Verzuri, direttore dell’UOSA Gestione del Rischio Clinico

Bookmark and Share
mariaserenaverzuri650vDal 1° novembre la dottoressa Maria Serena Verzuri ha lasciato l’incarico di direttore del Rischio Clinico dell’AOU Senese, per raggiunti limiti di età.

“La dottoressa Verzuri – afferma Valtere Giovannini, direttore generale AOU Senese – ha sempre dato il massimo impegno per coniugare e integrare in modo ottimale le attività di ricerca, didattica e assistenza. Ha svolto attività clinica, organizzativa e di formazione nel settore dell’emergenza e urgenza, ha partecipato all’organizzazione del percorso facilitato di dimissione, denominato discharge room, e ha contribuito a migliorare l’accoglienza in pronto soccorso e la stesura dei primi protocolli sulla violenza di genere. Fondamentale la sua attività nella gestione del rischio clinico per il miglioramento della sicurezza dei pazienti. Alla dottoressa Verzuri vanno i nostri più sentiti ringraziamenti anche per lo slancio e l’attaccamento che ha sempre dimostrato nel suo lavoro”.

“Della professoressa Serena Verzuri – aggiunge il professor Ranuccio Nuti, delegato alla Sanità per l’Università di Siena - desidero sottolineare il costante e sempre entusiasta impegno che ha profuso nell’attività didattica e formativa, in particolare nel corso di laurea in Infermieristica, di cui per anni ha svolto il ruolo di Presidente. Se oggi l’Università di Siena è in grado di laureare infermieri con una preparazione professionale eccellente è anche grazie al suo incessante lavoro. E di questo desidero sinceramente ringraziarla”.
 
sienafreewhatsapp2

GUARDA ANCHE


Diventa fan su facebook Seguici su twitter
ico-zodiacoicons_separatorico_cinemaicons_separatorico-viabilitaicons_separatorico_farmaciaicons_separatorico_meteo
oroscopo cinema viabilità farmacie meteo
SIENA_FREE_Banner_300X2502
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER