Domenica, 24 Settembre 2017
Banner
Banner
Ultime Notizie
Banner
PROVINCIA - MONTERONI D'ARBIA
E-mail Stampa PDF

Parco di More di Cuna, un modello di gestione da esportare

Bookmark and Share
Il sindaco di Monteroni d’Arbia Gabriele Berni ha incontrato il nuovo presidente dell’associazione che si prende cura dello spazio verde della frazione

moredicuna-parco650“Un modello di partecipazione dei cittadini per promuovere la socialità che vogliamo che sia un esempio, una buona pratica da raccontare ed esportare”.
Gabriele Berni, sindaco di Monteroni d’Arbia, ha incontrato questa mattina, Claudio Fanetti, il nuovo presidente dell’associazione Amici delle More che gestisce e cura il parco pubblico di More di Cuna, frazione di Monteroni. Erano presenti anche Mary Marchi e Roberto Buti, tesoriere e responsabile tecnico dell’associazione.

“La nostra associazione è nata nel gennaio 2007 – spiega Claudio Fanetti - con lo scopo di “adottare” l’area verde comunale adiacente alla ferrovia e renderla un luogo di aggregazione, svago, aperto alle attività ricreative e sociali. Oggi il comitato di gestione è formato da 19 membri che si fanno carico della manutenzione dell’area e che periodicamente coinvolgono gli abitati della nostra frazione per organizzare le attività in programma. Riteniamo che questo nostro progetto possa davvero essere esportato in altre frazioni e diventare un modello di partecipazione della società civile al benessere di un’intera collettività”.

“L’area delle More è diventata oggi un punto di ritrovo fondamentale per la frazione di More di Cuna – continua il sindaco – Uno spazio molto frequentato restituito alla collettività che ha così un luogo dove passare il tempo ed organizzare eventi, incontri, giochi ma anche semplicemente uno spazio verde, lontano dalla via Cassia, dove fare attività fisica, far giocare i più piccoli o passare del tempo in compagnia”.
L’associazione, a cui il comune ha confermato un contributo annuale, si occupa della manutenzione del parco che comprende un campo sportivo, un campo di green volley, un percorso per l’attività fisica e ginnica, una biblioteca per bambini, giochi e scivoli. Ma soprattutto il parco è sempre aperto, con accesso libero e comprende una piccola struttura in legno dove poter organizzare feste ed incontri.

“Il valore aggiunto di questo spazio è che è un parco pubblico gestito in modo volontario da tanti cittadini che hanno deciso di dare il loro contributo, grande o piccolo, per il bene di tutta la collettività. Lo spazio è aperto e pronto ad accogliere tutti: gli anziani che hanno così un luogo di ritrovo, i bambini che possono giocare o leggere dei libri, le famiglie o i gruppi che decidono di organizzare una grigliata, gli sportivi che vogliono allenarsi. Inoltre in una frazione popolosa come More di Cuna il parco è diventato anche un luogo di inclusione”.

L’area gestita dall’associazione Amici delle More è di circa settemila metri quadrati interamente recintati che confina con la Gora e con la ferrovia. Al suo interno ci sono giochi per bambini di concezione innovativa e dotati dei moderni accorgimenti di sicurezza, compreso il tappeto ammortizzante, ma anche due campi sportivi per calcio e volley ed attrezzature ginniche.
 

GUARDA ANCHE


Diventa fan su facebook Seguici su twitter
ico-zodiacoicons_separatorico_cinemaicons_separatorico-viabilitaicons_separatorico_farmaciaicons_separatorico_meteo
oroscopo cinema viabilità farmacie meteo
banner-web-300x250-01-B_2_2
300x250_estra_SIENA_FREE
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER